0 0
Sushi al cavolfiore

Sushi al cavolfiore

Eccoci tornati con una nuova ricetta!
Questo inizio d’anno è stato entusiasmante ma anche impegnativo. Abbiamo concluso il nostro nuovo libro e l’abbiamo consegnato all’editore. Ci sarà da pazientare ancora un po’ per le traduzioni, perché uscirà in contemporanea in Italia, Francia e Spagna. Qualcosa si è concluso, è una sensazione strana, avete presente quando lavorate sodo a un progetto e non vedete l’ora di concluderlo al meglio? Ecco una volta che l’avete ultimato, non vi sentite un po’ spaesati, troppo leggeri?
Forse è solo la difficoltà nel lasciare andare qualcosa che sa così tanto di noi, qualcosa in cui abbiamo messo tutto noi stessi. Un modo per superare quella difficoltà è sicuramente esprimere la nostra gratitudine a noi stessi per l’impegno, la perseveranza e la passione, e poi a chi ci ha aiutato in questo percorso, a chi è stato al nostro fianco e ha collaborato con noi. E di ringraziamenti ne abbiamo davvero tanti, li troverete tutti nel libro, ma in particolare vogliamo ringraziare Iole, Gaia, Pietro e Anita, che ci hanno supportato e sopportato in questi mesi, un anno della nostra vita, tra cucina, colori, stagioni ed emozioni. Sono la nostra principale ispirazione, i nostri piccoli, preziosi critici culinari e non solo!
Ma c’è qualcun altro che ha condiviso con noi questa bellissima avventura, qualcuno che ha trascorso con noi queste quattro colorate stagioni, stiamo parlando delle nostre amiche e fotografe, Sara e Chiara di Infraordinario (sono loro anche le foto del nostro libro Cucinare secondo natura) e della nostra food stylist, Floriana de Il Ghirigoro, a loro dedichiamo questa ricetta che sa un po’ dei giorni trascorsi a cucinare, impiattare, apparecchiare, scattare, ma anche a condividere esperienze, scelte, emozioni, passioni, consigli, suggerimenti, pezzi di vita e di cuore.
GRAZIE! Il vostro contributo è stato davvero prezioso e fondamentale.
Nel libro, oltre a meravigliose fotografie, troverete 120 ricette, la nostra creatività è stata un po’ assorbita in questi mesi ma ora è tornata a fluire e a colorare i nostri piatti, come in questo sushi a modo nostro, dedicato ad amiche creative e speciali!

La creatività non è un pozzo senza fine, a volte si esaurisce per poi tornare a riempirsi e gioiosamente straripare

 

Condividi sui social network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL
Pubblicata il 08 febbraio 2018

  • 30 minuti
  • 4 persone
  • Facile

Ingredienti

3 fogli di alga nori
1 cavolfiore
2 carote colorate
2 gambi di sedano
3 foglie di cavolo cappuccio viola
1 cucchiaio di aceto di mele
olio e sale
shoyu
wasabi

Ingredienti

Preparazione

1
Fatto

Lavate il cavolfiore, tagliatelo a metà ed eliminate le foglie, il cuore e i gambi (non buttateli, sono ottimo per preparare una crema o un minestrone) e prendete solo le cimette. Frullatele grossolanamente.
Saltatelo in padella con un filo di olio e sale. Una volta raffreddato, conditelo con un cucchiaio di aceto di mele.

2
Fatto

Parate le carote e un gambo sedano e ricavatene delle listarelle regolari. Fatele bollire in acqua e sale per pochi minuti, poi scolatele e lasciatele raffreddare.
Tagliate a listarelle anche 2 foglie di cavolo cappuccio viola e fatele bollire nell'acqua di cottura delle carote per pochi minuti, poi scolatele e lasciatele raffreddare.

3
Fatto

Con il sedano e il cavolo cappuccio restanti preparate una brunoise sottile, tagliandoli separatamente in modo da non mescolare i colori.

4
Fatto

Stendete l'alga nori sulla tovaglietta da sushi e con un cucchiaio versate il cavolfiore fino a ricoprire 3/4 dell'alga, posizionate poi le verdure tagliate a listarelle in modo da formare una riga in mezzo al cavolfiore per la lunghezza dell'alga. Avvolgete il foglio di alga, aiutandovi con la tovaglietta, e stringete con forza in modo da compattarlo. Per chiudere il rotolo, bagnate leggermente il bordo dell'alga.
Vi abbiamo proposto due versioni, una con la verdura cotta tagliata a listarelle e una con la brunoise di cavolo viola e sedano crudi. Usate la vostra creatività!
Questa ricetta si presta anche per una preparazione completamente a crudo, magari quando le temperature si saranno alzate un po'.

Aggiungi commento

Iscriviti allanewsletter

Ricevei aggiornamenti e news riguardanti il nostro blog.



You have Successfully Subscribed!