1 0
Ricottina veg

Ricottina veg

In questi giorni abbiamo giocato con la soia e ci siamo dati alla pazza gioia!
Abbiamo prodotto latte, ricotta, tofu e tempeh e prossimamente vi racconteremo dei nostri esperimenti.
Oggi vi presentiamo la nostra prima deliziosa ricottina veg.
L’idea del formaggio veg non ci convinceva del tutto, abbiamo sempre pensato che si trattasse di una brutta imitazione, ci è capitato di assaggiare formaggi vegetali industriali per niente buoni e quindi pensavamo non fosse possibile produrre qualcosa di gustoso. Poi abbiamo iniziato ad approfondire, fare corsi e leggere tante ricette e abbiamo scoperto che quello dei formaggi veg è un universo di sapori e consistenze che niente hanno a che invidiare ai formaggi tradizionali, con un’unica differenza: i formaggi vegetali non hanno le controindicazioni dei latticini, ormai note a tutti, e la loro produzione non implica alcun tipo di sofferenza animale.
Sapete che io e Lorenzo abbiamo due storie molto diverse, Lorenzo è vegano da quando era piccolo piccolo, io solo da circa due anni e vi faccio una confessione: mangiavo tantissimo formaggio, era una delle mie passioni.
Abbiamo già avuto modo di raccontarvi che questa scelta non è una privazione ma una ricchezza, possiamo davvero sperimentare tanti nuovi sapori e ora posso riscoprire una mia vecchia passione in chiave sana ed etica, cosa desiderare di più?
La ricottina è uno dei formaggi vegetali più semplici da preparare, potete poi personalizzarla con spezie e erbe aromatiche a vostro piacimento.
Vi sveliamo un segreto, c’è un ingrediente che rende queste preparazioni ancora più buone, volete sapere di cosa stiamo parlando?
Dell’attesa…

L’attesa è una gioia celata
perché è nell’attesa
che assaporiamo i nostri desideri,
in quell’attimo prezioso
che precede la magia.

Je

 

Condividi sui social network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL
Pubblicata il 22 Febbraio 2017

  • 20-30 minuti (più 24 ore di riposo in frigo)
  • 4 persone
  • Medio

Ingredienti

1 litro di latte di soia
1 cucchiaino di nigari oppure
10 cucchiai di aceto di mele o succo di limone filtrato
sale, spezie, erbe aromatiche

Ingredienti

Preparazione

1
Fatto

Mettete a bollire il latte e quando la schiuma inizia a salire, spegnete il fuoco e aggiungete mezzo bicchiere d'acqua in cui avete sciolto il nigari. In alternativa potete aggiungere aceto o limone per far cagliare il latte di soia e ottenere i fiocchi. Mescolate bene con il mestolo.
[Il nigari è un caglio naturale, si tratta di cloruro di magnesio. Viene utilizzato per produrre il tofu. Questa ricottina non si discosta molto da questo preparazione, semplicemente non viene pressata, quindi rimane più morbida e cremosa.]

2
Fatto

Fate riposare fino a quando non iniziano a formarsi dei fiocchi (ci vorranno pochi minuti) e raccoglieteli con un colino a maglie fini o una schiumarola scolando il liquido in eccesso. Mettete i fiocchi in una fuscella per formaggi. Se avete usato l'aceto o il limone vi suggeriamo di sciacquarla leggermente sotto l'acqua corrente in modo da ridurre il sapore acido.

3
Fatto

Lasciate sgocciolare l'acqua. A questo punto potete condire la vostra ricotta aggiungendo sale, spezie o erbe aromatiche a vostro piacimento. Pressate la parte superiore con un cucchiaio e lasciate riposare per 24 ore in frigorifero.

Aggiungi commento

Iscriviti allanewsletter

Ricevei aggiornamenti e news riguardanti il nostro blog.



You have Successfully Subscribed!